Grazie Massimo Montanari!!!! E’ un onore averti come Amico!!!

Stasera la luna è “giotta” come si dice qui, che in verosimile sta a voler dire “cicciona” ma noi emiliani abbiamo un gergo nostro che non è lingua semmai è intercalare da partita di briscola.
Siam qui che si aspetta notte e poi si aspetta giorno che vien, vacca d’un cane.
Come ti abbraccia la notte, coperta lunga e soffocante che ti mette quel cago che non ti fa dormire.
Ma noi che siamo in terra d’Emilia siamo sempre… e da sempre un po bislacchi e ridenti, siamo gente che se cè da vangare si vanga, e si scava laddove i sentimenti trovano ancora una forza di dire un “dai c’andom”!
Siamo certi che cè la faremo.
Per noi arrendersi non è verbo, e ne aggettivo, siam qui ce rognamo e scancheriamo ma vacca boia noi non cadiamo mai.
Siam sempre li che facciam le pulci al destino, incazzuti quel tanto e testardi che neanche gli asini ci sopportano
Andiamo a letto pensando che tanto poi finisce e siamo li a pensare che ci sono dei problemi maggiori . e
Eh si perchè gli emiliani son così .
Se vai per le vie di Reggio Emilia senti dire ” va bein, a ghe al terremoto… però adesa ghe l’IMU da pagher, come la metomia??
Cioè vi rendete conto?
Crollano i paesi qua intorno e ci preoccupiamo dell IMU o quel cavolo che è, o sarà!
Ma siamo così e la cosa bella e che poi magari stasera ci scappa una partita a briscola (o a Busche ,,, che solo i reggiani sanno)
Ma la notte passa, e domani di nuovo on the road a mandare avanti questa terra che mai sta ferma non solo di sotto ma anche e soprattutto ai nostri pensieri.
CIAO TERRA EMILIANA smetti di ballare il walzerino, mettiti chieta e fatti un sorso di Lambro.
Torna a essere quello che sei , donna silente dalle tette grosse e fai la sfoglia che ci sono i cappelletti da chiudere.
Poggia il culo sulla sedia e torna timida e compatta che non è da te essere su tutti i giornali che diventi rossa come le ciliege di Vignola che poi dicono che L’Emilia è rossa.
Reggio stanotte proverà a parlare con la Luna nel suo dialetto aperto.
E lei da rotonda quale è stasera, son sicuro che dirà alla terra di smettere il ballo… e tornare a dormire in riva ai fossi.
Dai, andom a let!
Domani cè un sole nuovo da salutare e gente che aspetta i nostri sorrisi e soprattutto un lambrusco da bere.
Insieme a voi

con la mia terra nel cuore
Massimo Montanari
un abbraccio speciale agli amici di Portos

Informazioni su associazioneportos

Primo blog dell'associazione. Continuateci a seguire all'indirizzo associazioneportos1.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Aiuti al terremoto, Amicizia, CHI SIAMO, COLLABORAZIONI, Organizzazioni, PORTOS, Progetti, Ringraziamenti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...